La decorazione del vetro: sicura e garantita

Le nostre storie di bellezza oggi vedono come protagonista il vetro, un materiale tanto affascinante quanto difficile. Ma come avviene la decorazione del vetro? Oggi vi parleremo di questo procedimento complesso che richiede competenze specialistiche.

Il Vetro: croce e delizia dell’interior design ( e non solo )

Il vetro è uno dei materiali più raffinati che si possono usare in architettura e nella decorazione d’interni. Trasparente per definizione, è però grazie alla decorazione che espande i propri ambiti di utilizzo, offrendo infinite possibilità creative

  • Porte e finestre, 
  • Tavoli e sedie
  • Box doccia
  • Pannelli divisori
  • Rivestimenti per cucine e bagni 

Sono solo alcune delle possibilità di impiego del vetro. Meno citate, ma possibili per MUCHCOLOURS, le decorazioni digitali di anche di oggetti tondeggianti come le bottiglie in vetro

Perché il vetro è ancora poco usato al di fuori dei classici ambiti funzionali?

I motivi sono vari: rispetto a materiali plastici come il Plexiglass è più fragile, delicato e costoso. 

Richiede, inoltre, competenze specialistiche e attrezzature specifiche per essere lavorato e decorato.

MUCHCOLOURS e la decorazione del Vetro 

Parliamo sempre di “vetro”, ma in realtà i vetri sono moltissimi: nella storia di bellezza di oggi porremo l’accento su tre tipologie di vetro dalla enormi potenzialità di decorazione:

  • Il vetro temperato
  • Il vetro accoppiato
  • Il vetro acetato

“Che tempra che ha” il vetro temperato 

Primo degli eroi della nostra storia di bellezza di oggi è il vetro temperato.

Il vetro temperato deve il suo nome a un procedimento chiamato “tempra” nel quale è posto su dei rulli che lo fanno entrare all’interno di un forno adeguato a questo procedimento. 

La temperatura si aggira intorno ai 640 gradi: successivamente la lastra singola viene posta all’esterno del forno dove viene soffiata e raffreddata velocemente da vari getti d’aria in varie angolazioni. Così facendo la superficie inferiore e superiore si induriscono velocemente, mentre il cuore rimane in trazione raffreddandosi più lentamente.

La tempra serve a rendere il vetro molto più resistente ed elastico, infatti:

  • ha una resistenza alla rottura 6-7 volte superiore a quella di una lastra di vetro non temperata;
  • resiste a temperature che si avvicinano ai 250 °C;

Lo consideriamo un eroe perché il vetro temperato è chiamato anche di “sicurezza”: quando si rompe lo fa in tantissimi piccoli pezzi smussati e arrotondati. Proprio questa caratteristica lo rende di sicurezza impedendo  alle persone che vengono in contatto con il vetro rotto di ferirsi, riducendo al minimo gli infortuni.

Non è facile lavorare il vetro una volta temperato, perché si rischia di romperlo: il processo di decorazione digitale di MUCHCOLOUR permette una decorazione garantita con un certificato di 10 anni.

Vetro accoppiato

Il vetro accoppiato è realizzato unendo due o più strati di vetro ordinario alternato a un film, solitamente polivinilbutirrale (PVB) o EVA, unito a sandwich con il vetro che è poi scaldato a 70 °C e pressato con rulli per espellere l’aria ed unire i materiali.

L’operazione viene conclusa inserendo il sandwich così composto in un autoclave a temperatura e pressione costante, dove si completa il processo di espulsione dell’aria, rendendo così il vetro laminato nuovamente trasparente.

Il vero plus di Muchcolours è quello di decorare all’interno del sandwich: con questa tecnica le due lastre non si staccano e la decorazione è garantita nel tempo 10 anni

Il Vetro acetato

Il vetro acetato, o meglio conosciuto come vetro satinato, è un vetro che ha subito una lavorazione industriale: si tratta di un processo chimico permanente che conferisce al vetro un aspetto vellutato e morbido al tatto, eliminando la trasparenza, ma non la trasmissione luminosa.

Con i suoi inchiostri eco-sostenibili, MUCHCOLOURS riesce a decorare il vetro acetato riproducendo la trasparenza originale di questo bellissimo materiale garantendo così un effetto trasparente acetato. 

I Nanolux

Lo abbiamo detto all’inizio, il vetro è un materiale affascinante ma difficile da lavorare. Ecco perché MUCHCOLOURS ha sviluppato gli inchiostri Nanolux, visibili solamente se illuminati a una certa frequenza, che riescono ad ‘aggrappare’ anche su materiali tradizionalmente considerati impossibili come il vetro.

Perché scegliere la decorazione digitale di MUCHCOLOURS per il vetro

Nella produzione del vetro la colata viene fatta su un letto di stagno: al termine della lavorazione, quando il vetro raffredda presenta due lati ovvero il lato “aria” e il ”lato stagno”.

Sul lato “stagno” resta sempre qualche traccia di metallo anche al termine della lavorazione che potrebbe compromettere le lavorazioni successive: ecco perché è importante saper riconoscere il lato giusto prima di procedere alla decorazione. MUCHCOLOURS decora solo il lato “aria” per garantire un processo di decorazione ottimale e garantito 10 anni.

Trasparente come il vetro

Ecologica ed innovativa: MUCHCOLOURS è l’azienda made in Abruzzo che si occupa di produrre macchine di stampa che garantiscono una decorazione certificata del vetro e di numerosi materiali nel pieno rispetto dell’ambiente. 

Parlaci del tuo progetto